Come importare merci

Importare significa introdurre nel territorio di uno Stato beni provenienti da un altro, che sono sottoposti a una serie di operazioni di sdoganamento al loro arrivo. Le importazioni sono regolate dalle autorità doganali, gli uffici preposti al controllo del flusso delle merci e alla riscossione dei diritti doganali.

Le caratteristiche principali del processo di importazione

Nel processo di importazione sono presenti un importatore e un esportatore, a cui si può aggiungere un broker doganale come mediatore. Affinché l'intero processo si svolga regolarmente, è essenziale conoscere le responsabilità di ciascun attore, le normative che regolano le operazioni e la documentazione da produrre. Di seguito potete trovare una guida con termini e passaggi chiave del processo di importazione.

Cosa si intende per "importatore"?

L’importatore è colui che effettua, personalmente o attraverso un broker, la dichiarazione di importazione; è inoltre il responsabile del pagamento dei diritti doganali. Sui documenti di spedizione, l’importatore è spesso indicato come “acquirente” o “destinatario” e può essere sia una persona fisica che un'attività commerciale. Nella maggior parte dei casi, l’importatore è anche il proprietario dei beni importati.

Cosa si intende per "esportatore"?

L’esportatore è la persona fisica o attività commerciale che spedisce beni in un Paese estero. Le esportazioni sono regolate dall'autorità doganale del Paese da cui vengono spedite. 

Cos'è la dogana?

La dogana è l’autorità preposta al controllo dei flussi di beni che entrano ed escono dal territorio di uno Stato. Ha inoltre la funzione di applicare le leggi e i regolamenti nazionali in materia di import ed export e di riscuotere i diritti doganali.

Cos'è lo sdoganamento?

Per sdoganamento si intendono le operazioni necessarie allo svincolo delle merci in dogana. Lo sdoganamento avviene sia all’ingresso che all’uscita dei beni dal territorio dello Stato. Lo scopo di questa procedura è quello di controllare la circolazione delle merci e approvarne il passaggio attraverso il confine.

Qual è la prima cosa da fare per importare merci?

La prima cosa da fare è appurare se i beni da importare sono ammessi nel vostro Paese. Dovete considerare infatti che alcuni potrebbero essere proibiti, mentre altri potrebbero essere ammessi solo in quantità limitate o a determinate condizioni. Informatevi inoltre se le vostre merci necessitano di certificati o licenze di importazione specifici. 

Per informazioni dettagliate sulle restrizioni e i regolamenti attualmente vigenti sulle importazioni, consultate il sito internet dell'autorità doganale del vostro Paese.

Cosa si intende per "dichiarazione delle merci"?

Dichiarare le merci significa presentare una dichiarazione doganale alle autorità competenti. Nella maggior parte dei casi, è possibile farlo elettronicamente. I corrieri possono in genere occuparsi di questa formalità per conto dei clienti, ma è importante verificarlo prima di affidargli le merci. Qualora non offrissero questo servizio, dovrete incaricare della procedura di sdoganamento un broker doganale.

Cos’è la dichiarazione doganale?

La dichiarazione doganale è un documento che accompagna le spedizioni internazionali, contenente una serie di informazioni sulla natura delle merci, sul loro valore, sul destinatario e sulla destinazione finale. Obbligatoria per l'esportazione e l'importazione di merci, accompagna tutte le merci spedite e correttamente autorizzate. Con questo termine si indica anche la fase di dichiarazione dei beni alle autorità doganali.

Cosa si intende per "Paese di origine" e perché è importante?

Il Paese o territorio di origine è il luogo da cui provengono il prodotto e i suoi componenti. Può essere differente dal Paese da cui vengono spedite le merci. Se le merci contengono componenti provenienti da più Paesi, assicuratevi di verificare i regolamenti dedicati in materia. Le dogane si basano sull'origine delle merci per stabilire a quali normative sono soggetti i beni importati e calcolare l'ammontare dei diritti doganali.

Cos'è la licenza di importazione?

Le licenze di importazione sono documenti rilasciati dagli enti governativi per consentire a imprese e privati di introdurre determinati beni nel territorio dello Stato. Le licenze di importazione possono essere specifiche per una determinata azienda o su un singolo prodotto.

Cosa sono i broker doganali? E come si trovano?

I broker doganali sono specialisti del commercio internazionale che si assumono la responsabilità di predisporre e sottoporre alle formalità doganali i beni che gli vengono affidati. Un elenco dei soggetti autorizzati è solitamente disponibile sul sito web dell'autorità doganale di ogni Paese, oppure presso l'associazione locale di broker e gli spedizionieri merci . Sul sito delle dogane, è inoltre consigliato verificare l'eventuale necessità di una procura, obbligatoria per legge in alcuni Paesi.

Quali sono i documenti di importazione necessari?

Tutte le spedizioni internazionali devono essere accompagnate da una lettera di trasporto aereo e da una fattura commerciale. Chiedete al mittente se occorrono altri documenti, come licenze o certificati: spetta a quest'ultimo fornirvi tutte le informazioni e i documenti necessari per espletare le formalità doganali, come ad esempio il certificato di origine. Se la spedizione avviene all'interno dell'Europa, sarà probabilmente necessario un codice EORI.

È importante tenere a mente che la dichiarazione delle merci potrebbe avere una scadenza: compilate e preparate tutta la documentazione necessaria prima dell'arrivo delle merci in dogana. Inoltre è necessario verificare che le informazioni riportate sui diversi documenti corrispondano. Infatti, i dati incompleti o mancanti sono una delle principali motivazioni dei problemi in dogana.

La procedura di sdoganamento è sempre la stessa?

No, le operazioni di sdoganamento dipendono dalla natura delle merci, dal loro valore e dal Paese a cui sono destinate. Per sapere a quale tipologia di sdoganamento sarà sottoposta la vostra spedizione, rivolgetevi al vostro corriere o consultate il sito dell'autorità doganale del vostro Paese. È bene non dimenticare che alcune procedure di sdoganamento potrebbero richiedere più tempo rispetto ad altre, o prevedere un broker doganale.

E riguardo ai diritti doganali?

Di solito, il corriere è in grado di comunicarvi l'ammontare dei diritti doganali gravanti sulla spedizione. Questi devono essere pagati al corriere prima dell'arrivo delle merci in dogana, il quale li verserà alle autorità doganali per vostro conto. In alcuni casi il corriere anticipa i diritti doganali per voi addebitandoveli in un secondo momento. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la pagina dedicata alle modalità di calcolo dei diritti doganali.

Quanto tempo occorre per svincolare le merci in dogana?

Le autorità doganali concedono il via libera all'ingresso delle merci nel territorio dello Stato solo dopo aver esaminato la dichiarazione, verificato che tutto sia in ordine e incassato i diritti doganali. 


Argomenti correlati