Come spedire all'interno dell'Unione Europea

Dai codici EORI alla documentazione EFTA, ci sono alcuni termini da conoscere quando si desidera spedire all'interno dell'Unione Europea. Scoprite il loro significato e tutta la documentazione necessaria prima di effettuare le vostre spedizioni. 

Cos'è l'UE?

L'Unione Europea è un'unione politica ed economica composta da 27 Stati membri con sede in Europa.È un mercato unico basato su quattro libertà fondamentali: persone, beni, servizi e capitali. Questi possono infatti tutti muoversi liberamente tra gli Stati membri dell'Unione.

Ciò significa che le merci possono circolare tra un confine e l'altro senza il bisogno di controlli doganali e il versamento di dazi e imposte. In questo modo, le merci di un Paese dell'UE possono essere spedite in un altro Paese dell'UE in regime di libera circolazione, senza dover essere accompagnate da una fattura commerciale.

Tuttavia, se il movimento all'interno dell'UE può essere esente dall'applicazione di obblighi doganali, restano comunque applicabili alle merci che entrano ed escono da un determinato Paese i controlli sulle esportazioni, le licenze di esportazione, le restrizioni e le norme sulle merci pericolose.

Quali Paesi fanno parte dell'UE?

I Paesi dell'UE sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia.

Quali sono i requisiti per spedire all'interno dell'UE?

Tutte le imprese aventi sede in UE che commerciano a livello internazionale devono essere registrate presso la loro autorità nazionale e possedere un numero EORI. Anche alle aziende dei Paesi extra-UE occorre un numero EORI in caso gli venga richiesta la presentazione di dichiarazioni doganali per spedire nei Paesi UE.

Cos'è il codice EORI?

La dicitura "codice EORI" sta per Economic Operator Registration and Identification Number, ovvero numero di registrazione e identificazione degli operatori economici; il sistema EORI è un sistema di numeri univoci istituito dalle autorità doganali dell'Unione Europea.

Come ottenere un numero EORI

I mittenti aventi sede in UE possono richiedere un numero EORI all'autorità doganale del proprio Paese. I mittenti aventi sede al di fuori dell'UE possono richiederlo all'autorità doganale del Paese dell'Unione in cui presentano una dichiarazione doganale per la prima volta. Non dimenticate di farne richiesta con un certo anticipo, poiché in alcune località può occorrere anche più di una settimana per ottenerlo.

Come faccio a spedire nei territori speciali dell'UE?

In Europa esistono alcuni territori d'oltremare e a statuto speciale, come la Guadalupa o le Isole Canarie. Questi territori hanno spesso un legame e accordi diretti con l'UE, e pertanto, benché facciano parte dell'Unione, potrebbero richiedere una dichiarazione doganale per l'ingresso e l'uscita delle merci dentro e fuori dal Paese o l'eventuale versamento di diritti doganali.

Per maggiori informazioni sui regolamenti doganali dei territori d'oltremare e speciali dell'UE, vi invitiamo a consultare i siti web governativi del territorio interessato. Un'altra possibilità è chiedere chiarimenti al destinatario o al vettore scelto per la spedizione.

Cos'è l'EFTA?

È importante ricordare che la Norvegia, la Svizzera, l'Islanda e il Liechtenstein, pur trovandosi in Europa non fanno parte dell'UE. Hanno sottoscritto però con l'UE un accordo commerciale per la costituzione di un'altra unione doganale, l'EFTA, ovvero l'Associazione Europea di Libero Scambio. In base a tale accordo, oltre a fornire la fattura commerciale e gli altri documenti necessari, chi spedisce è tenuto a dichiarare le sue merci alle autorità doganali. Scoprite di più sul sito dell'EFTA.

Come funzioneranno le spedizioni verso l'UE dopo la Brexit?

Il Regno Unito è uscito dall'Unione Europea il 31 gennaio 2020. Da quel momento è iniziato un periodo di transizione, fino al 31 dicembre 2020, durante il quale tutte le norme e i regolamenti dell'UE restano applicabili anche al Regno Unito. A meno che il Regno Unito e l'UE non si accordino per estendere tale periodo, i nuovi requisiti in materia di spedizioni entreranno in vigore il 1° gennaio 2021. I mittenti dovranno prestare particolare attenzione a diversi aspetti, come il numero EORI, la documentazione richiesta, i diritti doganali, e la corretta valutazione delle merci. Consultate la nostra guida alle spedizioni post-Brexit per saperne di più.

Come funzionano le spedizioni dai Paesi extra-UE all'UE?

Se si spedisce in Europa da altri continenti, i requisiti dipendono dal tipo di merce e dal suo valore.

In genere, le spedizioni personali di articoli di valore contenuto devono essere accompagnate unicamente dalla fattura commerciale per consentire lo sdoganamento nel Paese UE di destinazione, includendo una descrizione accurata dei beni e un'indicazione corretta del loro valore.

Le spedizioni commerciali o le merci regolamentate necessitano spesso di documentazione aggiuntiva per conformarsi ai regolamenti UE in materia di spedizioni. Ecco alcuni aspetti da tenere a mente:

  • La fattura commerciale, compilata correttamente, è sempre necessaria.
  • Le imprese dei Paesi extra-UE devono essere munite di un numero EORI per spedire nei territori dell'Unione.
  • Altri documenti di spedizione eventualmente richiesti sono licenze o permessi di importazione specifici per le merci oggetto della spedizione. Potete verificare gli obblighi previsti con il vostro vettore.
  • Se il Paese del mittente intrattiene un accordo commerciale con l'UE, allora la spedizione potrebbe usufruire di tasse di importazione e dazi agevolati o nulli, a seconda delle merci. Potete verificare gli obblighi previsti con il vostro vettore.
  • In generale, il processo di sdoganamento è più o meno lo stesso in tutti i Paesi dell'UE.
  • Il valore massimo per le spedizioni gestibili con lo sdoganamento espresso può variare a seconda degli stati membri dell'UE.
    .
  • I requisiti previsti per le merci regolamentate sono spesso armonizzati in tutti i Paesi dell'UE, ma è possibile che alcuni territori impongano ulteriori obblighi.

Tuttavia, i requisiti e la documentazione possono variare da un corriere all'altro. Questo sito è stato ideato per fornire informazioni di carattere generale sulle spedizioni. In caso di dubbi sui requisiti applicabili alla vostra spedizione, rivolgetevi al vostro corriere. Prima di effettuare le vostre spedizioni, verificate le norme e i regolamenti dei Paesi di origine e destinazione. Queste informazioni sono generalmente riportate sui siti internet governativi.

 


Argomenti correlati